Articoli

Parabrezza ghiacciato: l’incubo di ogni automobilista

Il ghiaccio sul parabrezza: l’incubo di ogni mattino invernale.

Uscire di casa la mattina e ritrovarsi il vetro dell’auto ricoperto da una patina di ghiaccio non è di certo tra i migliori inizi di giornata. Per questo, di seguito vi elenchiamo dei consigli utili per gestire al meglio i cristalli ghiacciati della vostra vettura. Ecco alcune soluzioni efficaci per sbrinare il parabrezza.

Prevenire

Un vecchio detto afferma che prevenire è meglio che curare. Noi non possiamo che essere d’accordo. Se non è possibile mettere l’auto in un garage, vi suggeriamo due piccoli trucchi da compiere la sera prima, in modo da evitare perdite di tempo al mattino:

  • Utilizzare un telo antighiaccio, così da impedire la formazione di ghiaccio e proteggere il cristallo anche in caso di neve. 
  • Utilizzare una soluzione antighiaccio fai da te, composta da 2/3 di aceto e 1/3 di acqua, da spruzzare sui cristalli e stenderla uniformemente con un panno asciutto. L’aceto, infatti, eviterà la formazione del ghiaccio, o per lo meno ridurrà lo spessore in caso di temperature molto basse.

Sbrinare

Non sempre però si ha il tempo e soprattutto la voglia di ricoprire l’auto con teli o utilizzare soluzioni antighiaccio. Cosa fare, dunque, quando ci si ritrova con il parabrezza completamente ghiacciato?

La tentazione di salire in auto e accenderla, aspettando che il radiatore si scaldi e quindi scongeli il vetro è tanta, ma esistono metodi più veloci e soprattutto meno inquinanti per liberarsi dallo strato ghiacciato. Ecco i principali:

  • Il classico raschietto è sicuramente tra i metodi più classici per rimuovere il ghiaccio, attenzione però a non rovinare il vetro. Il nostro consiglio è di utilizzarne uno specifico per auto, dotato di una fascia di gomma terminale che oltre a rimuovere lo strato di ghiaccio riesce a non graffiare il cristallo.
  • Utilizzare uno spray deghiacciante. In commercio ne esistono molti e sono davvero funzionali per sbrinare il parabrezza: basta spruzzarlo sul vetro ed in pochi minuti il ghiaccio si scioglierà grazie ad una reazione chimica.
  • Creare uno spray deghiacciante fai da te: è sufficiente miscelare 2/3 di alcool denaturato (preferibilmente al 70%) e 1/3 di acqua. Spruzzandolo tramite un nebulizzatore sul parabrezza si otterrà lo stesso risultato dello spray chimico. 

Evitare

Infine, vi raccomandiamo di evitare assolutamente l’uso di acqua calda, sale o oggetti appuntiti per rompere lo strato di ghiaccio. Il rischio, infatti, è quello di danneggiare in modo permanente ed irreversibile il parabrezza dell’autovettura.

Ricordatevi, che anche solo una piccola scheggiatura del parabrezza può trasformarsi in un danno serio e portare alla rottura del vetro. 

Se mai dovesse succedere, la Carrozzeria Crippa, in convenzione con le principali compagnie assicurative, effettua la riparazione e sostituzione dei cristalli.

tendenze colore auto - Carrozzeria Crippa

Di che colore sei?

Se stai pensando di riverniciare la tua auto o  stai scegliendo il colore del tuo prossimo acquisto eccoti alcune idee su cui riflettere prima di scegliere impulsivamente.

Ci sono molti fattori che potrebbero, o dovrebbero, influenzare la tua scelta. Il colore dell’auto riflette la tua personalità, ma può anche aumentare la sicurezza sulla strada e nascondere polvere e sporco.

I colori vivaci, rosso e arancione sembra siano i colori di tendenza del 2015 perché, secondo gli esperti, sono l’espressione della voglia di ottimismo, di rinascita, di desiderio di ripartire dopo un periodo di crisi. Ma se sei attratto da questi colori, dovresti anche sapere che alcune statistiche dimostrano che le auto rosse sono più coinvolte negli incidenti ed è più probabile che siano fermate dalla polizia.

Se ti piace il bianco, colore preferito dalla maggior parti degli automobilisti, non solo perché “bianco è bello”,  come dicono alla Apple, questa scelta potrebbe avere anche una radice ecologica. Infatti la scelta di un colore chiaro potrebbe avere un impatto anche sul clima. Secondo una ricerca di una università californiana le vetture che utilizzano vernici riflettenti rimangono più fresche quando sono esposte al sole, quindi permettono di limitare l’utilizzo dell’aria condizionata e questo consente di risparmiare carburante e denaro, riducendo inoltre le proprie emissioni di co2. Il bianco pare sia il colore più resistente, i graffi sono meno visibili e si rovina di meno nel corso del tempo. È vero però, che anche se tenuto in maniera esemplare, offre molti meno riflessi.

Il blu appare il colore più delicato accanto al nero. Si rovina facilmente, ma se conservato bene regala alla nostra auto dei riflessi notevoli.  Blu e nero sono i colori scelti da chi vuole proiettare un’immagine di ricchezza e di classe.

Il grigio metallizzato risulta essere una via di mezzo, ma è il miglior consiglio per chi non frequenta molto gli autolavaggi poiché nasconde bene lo sporco. Sembra essere anche il colore più sicuro, statisticamente le macchine grigie sono quelle meno coinvolte negli incidenti anche perché risulta il colore più visibile di notte. Il grigio metallizzato risulta essere il colore preferito da chi è scrupoloso, serio ed affidabile.

Se stai pensando di riverniciare la tua auto classica o vintage devi ricercare l’autenticità nella scelta della vernice e l’esattezza storica. I colori delle vernici delle auto sono cambiati leggermente negli anni, e quelli più usati oggi potrebbero non essere adatti alle auto di altri periodi. Queste tonalità potrebbero essere difficili da trovare, ma sono fondamentali se vuoi esibire la tua auto classica.

Ultima cosa su cui riflettere è l’abbinare  il colore allo stile dell’auto. Il modello dell’auto è un fattore molto importante. I colori intensi come il rosso e il giallo sono perfetti per le auto sportive, ma potrebbero essere in contrasto con lo stile più tradizionale delle berline. Cerca perciò di trovare un colore che rifletta non solo la tua personalità, ma anche il tipo di auto che guidi.

sanificazione e lavaggio interni auto - Carrozzeria Crippa

Lavaggio e pulizia degli interni auto

In un epoca  in cui l’igiene è considerato uno dei principali mezzi di prevenzione delle malattie è importante che questa buona pratica venga messa in atto, oltre che nelle nostre case e nei luoghi di lavoro, anche alla nostra auto. Per questo lavaggio e pulizia degli interni auto sono azioni fondamentali.

Spesso è possibile rilevare presenza di muffe nel portabagagli delle auto, in particolare sotto il rivestimento di moquette, al di sotto di sedili o sui rivestimenti in tessuto, che vanno aspirati e puliti con idonei macchinari professionali almeno una o due volte l’anno.

L’impianto di condizionamento è il luogo ideale per la proliferazione dei batteri che si sviluppano in ambienti umidi e, quando si aziona la ventola, vengono dispersi nell’abitacolo. Allergeni, muffe e batteri che procurano numerosi problemi alle vie respiratorie, nonché un odore fastidioso. Per questa specifica problematica la Carrozzeria Crippa propone la sanificazione all’ozono. Una particolare tecnologia che permette di eliminare completamente virus, batteri, muffe e odori sgradevoli.

Una corretta sanificazione è fondamentale in particolare modo se si hanno bambini che dormono, giocano e mangiano mentre si viaggia sull’auto e che sono più vulnerabili ai virus e ai batteri.

Il  processo di sanificazione, lavaggio e pulizia degli interni auto effettuato dalla Carrozzeria Crippa, consiste proprio nell’eliminare la presenza di qualsiasi forma di parassitismo che possa danneggiare la salute dell’automobilista. L’utilizzo di attrezzature professionali ci permette di garantire l’abbattimento della carica batterica.

Con il processo di igienizzazione della Carrozzeria Crippa gli interni della tua auto torneranno come nuovi e la salute tua e dei tuoi cari sarà protetta.