L’evoluzione tecnologica dell’auto

Ve lo ricordate quando eravamo abituati all’alzacristalli a manovella, all’assenza dell’aria condizionata o della radio e l’unico navigatore disponibile era il tom-tom?

Per qualcuno, magari, non è ancora un ricordo così lontano, però di sicuro stiamo parlando di automobili datate e obsolete.

Oggi, infatti, le autovetture sono sempre più high-tech e offrono, dal punto di vista tecnologico, ogni comfort immaginabile. Guida autonoma, cruscotti digitali, elettrificazioni e porte che si aprono senza neanche tirar fuori la chiave dalla tasca.

Insomma, le case automobilistiche ormai non si limitano più ad assemblare automobili ma immettono nel mercato sistemi di guida sempre più evoluti. I veicoli sono stati dotati di tecnologie spesso in grado di salvarti la vita, con sensori che mantengono le distanze di sicurezza, che sterzano se si perde la strada o che frenano in caso di distrazione.

Inoltre, il touch display e i comandi vocali stanno diventando all’ordine del giorno e permettono di guidare in sicurezza e in maniera assolutamente più confortevole.

Infine, anche il mercato delle auto elettriche sta crescendo a dismisura, sebbene la definitiva transizione non sia ancora così vicina.

Tutto ciò è fantastico ma si traduce in maggiore specializzazione da parte di chi si occupa di riparazione e manutenzione. Il carrozziere, ormai, deve avere competenze trasversali e l’aspetto legato all’elettronica e alla tecnologia riveste un ruolo essenziale. 

Infatti, non è semplice come una volta riparare o sostituire un paraurti: sensori di parcheggio e sistemi di sicurezza vanno ricalibrati per poter continuare a trarne beneficio, e questo è solo un esempio.

I professionisti del settore, quindi, sono tenuti ad essere sempre aggiornati e preparati e noi di Carrozzeria Crippa siamo al passo con i tempi. Il nostro staff è specializzato e altamente qualificato per riparare mezzi elettrici o dotati delle ultime tecnologie.

La Carrozzeria Crippa è infatti autorizzata e certificata Porsche, Jaguar, Land Rover, Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Volkswagen, Seat e Skoda. Dal punto di vista pratico, tutto ciò si tramuta in:

  • Attrezzature all’avanguardia, approvate direttamente dalle case automobilistiche;
  • Continui corsi di formazione e aggiornamento per tutto il nostro staff;
  • Una certificazione periodica da parte delle case automobilistiche per verificare che vengano rispettati gli alti standard qualitativi richiesti.

Metti la tua auto nelle mani di chi ha le giuste competenze ed è pronto a rilasciarti le dovute garanzie, contattaci per una consulenza.

Ci trovi a:

Arzago d’Adda – Via Mascagni, 2 – Tel. 0363 87877

Bergamo – Via Falcone, 19 (Angolo Via San Bernardino) – Tel. 035 246421

Lo staff di Carrozzeria Crippa è altamente qualificato per la riparazione delle auto dotate delle più recenti tecnologie
Lo staff di Carrozzeria Crippa è altamente qualificato per la riparazione delle auto con componenti elettronici.
Photo by Oliur on Unsplash
Parabrezza ghiacciato: l’incubo di ogni automobilista

Il ghiaccio sul parabrezza: l’incubo di ogni mattino invernale.

Uscire di casa la mattina e ritrovarsi il vetro dell’auto ricoperto da una patina di ghiaccio non è di certo tra i migliori inizi di giornata. Per questo, di seguito vi elenchiamo dei consigli utili per gestire al meglio i cristalli ghiacciati della vostra vettura. Ecco alcune soluzioni efficaci per sbrinare il parabrezza.

Prevenire

Un vecchio detto afferma che prevenire è meglio che curare. Noi non possiamo che essere d’accordo. Se non è possibile mettere l’auto in un garage, vi suggeriamo due piccoli trucchi da compiere la sera prima, in modo da evitare perdite di tempo al mattino:

  • Utilizzare un telo antighiaccio, così da impedire la formazione di ghiaccio e proteggere il cristallo anche in caso di neve. 
  • Utilizzare una soluzione antighiaccio fai da te, composta da 2/3 di aceto e 1/3 di acqua, da spruzzare sui cristalli e stenderla uniformemente con un panno asciutto. L’aceto, infatti, eviterà la formazione del ghiaccio, o per lo meno ridurrà lo spessore in caso di temperature molto basse.

Sbrinare

Non sempre però si ha il tempo e soprattutto la voglia di ricoprire l’auto con teli o utilizzare soluzioni antighiaccio. Cosa fare, dunque, quando ci si ritrova con il parabrezza completamente ghiacciato?

La tentazione di salire in auto e accenderla, aspettando che il radiatore si scaldi e quindi scongeli il vetro è tanta, ma esistono metodi più veloci e soprattutto meno inquinanti per liberarsi dallo strato ghiacciato. Ecco i principali:

  • Il classico raschietto è sicuramente tra i metodi più classici per rimuovere il ghiaccio, attenzione però a non rovinare il vetro. Il nostro consiglio è di utilizzarne uno specifico per auto, dotato di una fascia di gomma terminale che oltre a rimuovere lo strato di ghiaccio riesce a non graffiare il cristallo.
  • Utilizzare uno spray deghiacciante. In commercio ne esistono molti e sono davvero funzionali per sbrinare il parabrezza: basta spruzzarlo sul vetro ed in pochi minuti il ghiaccio si scioglierà grazie ad una reazione chimica.
  • Creare uno spray deghiacciante fai da te: è sufficiente miscelare 2/3 di alcool denaturato (preferibilmente al 70%) e 1/3 di acqua. Spruzzandolo tramite un nebulizzatore sul parabrezza si otterrà lo stesso risultato dello spray chimico. 

Evitare

Infine, vi raccomandiamo di evitare assolutamente l’uso di acqua calda, sale o oggetti appuntiti per rompere lo strato di ghiaccio. Il rischio, infatti, è quello di danneggiare in modo permanente ed irreversibile il parabrezza dell’autovettura.

Ricordatevi, che anche solo una piccola scheggiatura del parabrezza può trasformarsi in un danno serio e portare alla rottura del vetro. 

Se mai dovesse succedere, la Carrozzeria Crippa, in convenzione con le principali compagnie assicurative, effettua la riparazione e sostituzione dei cristalli.

Carrozzeria Crippa - Lampada germicida con ozono

Sanificazione auto: Lampada Germicida con Ozono

In questo delicatissimo periodo di emergenza Covid-19, tra le precauzione da prendere per cercare di contenere il contagio, non bisogna di certo dimenticarsi di igienizzare e sanificare la propria auto. 

Proprio per questo, oltre ai consueti servizi di pulizia e igienizzazione degli interni, proponiamo ormai da anni la sanificazione con ozono.

Oggi però vogliamo presentarvi la nuova arrivata, la lampada germicida con ozono, il suo vantaggio? Rispetto ai tradizionali strumenti di sanificazione con ozono, questa agisce in solo 15 minuti, eliminando batteri e virus dall’abitacolo della vettura.

Come funziona?

La lampada germicida produce luce nel particolare spettro ultravioletto e ozono. Queste due peculiarità permettono di inattivare il DNA dei microrganismi inibendone la capacità di proliferazione e quindi di contaminazione.

La lampada germicida è infatti un tipo particolare di lampada che produce luce ultraviolette C (UVC) e ozono. Questa luce ultravioletta a lunghezza d’onde corte colpisce microorganismi quali virus o batteri, scatenando delle mutazioni nelle loro caratteristiche molecolari, in particolare su DNA ed RNA, ed uccidendo così gli agenti patogeni o rendendoli sostanzialmente innocui.

La Lampada UVC è progettata con ozono, un gas instabile con potenti proprietà ossidanti che può deodorare e disinfettare le aree difficili da raggiungere dalle attrezzature per poter garantire un tasso di uccisione superiore a 99,9% di batteri, virus e muffa. Nello specifico, la luce UVC quando colpisce le molecole di ossigeno (O₂) le ozonizza (dando vita alla molecola O₃, ossia all’Ozono).

Efficacia contro il COVID-19

Al momento non esistono studi scientifici che abbiano testato direttamente l’effetto dei raggi UV-C sul nuovo coronavirus e ne abbiano confermato con ragionevole certezza l’efficacia.

Esistono però studi che hanno dimostrato l’efficacia degli UV-C su agenti patogeni molto simili al COVID-19, come ad esempio la SARS o la MERS, due tipologie di coronavirus considerate molto simili nelle loro caratteristiche al nuovo coronavirus.

Il nostro aiuto concreto

In questo tragico periodo, vogliamo dare un aiuto concreto a chi più di tutti ha combattuto in prima linea questa emergenza. Per questo, al personale ospedaliero, alle forze dell’ordine e alla protezione civile, offriamo a titolo gratuito una sanificazione all’ozono della propria vettura.

Servizio fruibile in entrambe le sedi di Arzago d’Adda (BG) e Bergamo.

miracle_system

Tecnologie innovative di riparazione

miracle_system

Spesso la presenza di scatolati chiusi e la complessità di smontaggio di vetri, porte e rivestimenti interni, rendono la riparazione delle automobili moderne un processo lungo e impegnativo.

La Carrozzeria Crippa è attrezzata per lavorare a vettura completamente montata, agendo solo sulla parte esterna delle lamiere, con tempi di riparazione ridotti e risultati eccellenti.

Il vantaggio è enorme quando le operazioni di smontaggio e montaggio sono estremamente complesse, oppure quando si vuole mantenere l’originalità del veicolo senza sostituire le parti danneggiate.

Questa procedura si basa su un sistema di saldatura dedicato che fissa alle lamiere da riparare speciali occhielli in lega di titanio grazie ai quali è possibile tirare le pennellature senza compromettere il metallo.

Si possono ripristinare linee con la massima precisione, sia nel caso di riparazioni spot, sia in presenza di danni più gravi.
Grazie ad un sistema d’appoggio autoregolante, questa procedura può essere impiegata su qualsiasi tipo di veicolo.

Ci sono parecchi vantaggi nell’utilizzo di questa tecnica di riparazione, di seguito riassumiamo i più evidenti:

  • Abbattimento dei tempi di riparazione
  • Nessuno smontaggio di interni
  • Nessuna sostituzione di parti
  • Uso di stucco ridotto al minimo 
  • Abbattimento dei rifiuti da riciclare

miracle_system3

miracle_system2

 

constatazione-amichevole

Compilare la constatazione amichevole

Il modulo di constatazione amichevole, detto anche CAI, CID o Modulo Blu, serve alla compagnie assicurative per comprendere la dinamica dell’incidente, stabilire le responsabilità ed effettuare il risarcimento. Un modulo compilato in modo corretto accorcia i tempi di liquidazione. Essendo un documento vincolante, firmato della parti coinvolte, i dati non possono essere modificati a posteriori. Bisogna essere precisi, consapevoli e attenti.
Sul modulo vi sono 15 punti da compilare ed è diviso in due colonne, una blu e una gialla. In ciascuna di queste devono essere inseriti i dati dei due veicoli: veicolo A e veicolo B. Non c’è una regola per decidere quale sia il veicolo A e quale il B, l’importante è non confondere le informazioni tra i due veicoli.

Informazioni preliminari

constatazione-amichevole dettaglio

Nella prima parte in alto, ci sono i campi per indicare la data dell’incidente, l’ora e il luogo in cui è avvenuto.
Al punto 3 deve essere indicato se ci sono feriti, anche lievi.
Il punto 4 serve ad indicare se vi sono danni materiali oltre a quelli dei veicoli A e B. Bisogna barrare le giuste caselle per indicare se vi sono altri veicoli coinvolti o se sono stati causati danni a recinzioni o altri oggetti.
Eventuali testimoni devono essere indicati al punto 5  precisando anche se si tratta di persone trasportate. In questo caso, è importante chiarire se trasportate dal veicolo A o B.

I veicoli A e B

A questo punto devi passare alla compilazione dei dati riguardanti i due veicoli inserendoli negli appositi spazi della colonna A e della colonna B. Non c’è una regola per stabilire qual è il veicolo A e quale il B, l’importante è non confondere le informazioni tra i due veicoli.

constatazione-amichevole dettaglio

Al punto 6 delle due colonne vanno inserite le generalità degli assicurati/contraenti della polizza. Non si tratta necessariamente delle generalità di chi è alla guida, che potrebbero non coincidere con il contraente; questa parte serve ad individuare la polizza assicurativa, non il guidatore.

constatazione-amichevole dettaglio

Al punto 7 devono essere indicati i dati del veicolo, marca, numero di telaio (dati presenti sul libretto di circolazione), numero di targa, stato di immatricolazione. Controlla di aver inserito correttamente e con chiarezza la targa.

Se è presente anche un rimorchio, i dati devono essere inseriti nell’apposito spazio.

constatazione-amichevole dettaglio

Al punto 8 devono essere indicati i dati della polizza (compagnia, numero, validità). Nel caso in cui la polizza abbia anche coperture accessorie per i danni materiali, nell’apposito spazio deve essere barrata la voce “sì”. Il dato indispensabile, che non deve mancare mai è il nome della compagnia di Assicurazione, da non confondere con l’agenzia assicurativa.

constatazione-amichevole dettaglio

Al punto 9 vanno indicati i dati del conducente, incluso il numero e il tipo di patente e la validità.

La dinamica dell’incidente

constatazione-amichevole dettaglio

Il punto 10 è importante. Vi sono tre tipologie di veicolo: moto, auto, veicolo di cilindrata maggiore rispetto a un’auto. In questa parte, per ciascuno dei due veicoli, si dovrà indicare il punto dell’urto. Ad esempio se il veicolo A ha tamponato il veicolo B, nella parte contrassegnata da A deve essere fatta una freccia che indichi la parte anteriore del veicolo nel punto dell’impatto, mentre per il veicolo B la freccia deve indicare la parte posteriore con la massima precisione possibile.

Al paragrafo 11 vanno elencati i danni visibili, ad esempio paraurti, cristalli, carrozzeria.

constatazione-amichevole dettaglio

La sezione 12 va compilata con attenzione perché è quella che fornisce elementi alle compagnie di assicurazione per definire le responsabilità.
Sono elencate 17 circostanze e per ciascuno dei veicoli deve essere segnata l’ipotesi corrispondente. Per ciascuno dei veicoli si possono barrare più circostanze e alla fine del riquadro, devi indicare il numero totale di caselle segnate per ogni veicolo. Tieni presente che nelle singole circostanze possono figurare risposte multiple. Nel caso, cancella le descrizioni non pertinenti.

constatazione-amichevole dettaglio

Al punto 13 basta fare un disegno schematico che però permetta di individuare il tracciato della strada, il senso di marcia dei veicoli coinvolti, la posizione delle auto al momento dell’urto, la segnaletica stradale e i nomi delle strade.

constatazione-amichevole dettaglio

Al punto 14 puoi descrivere ulteriori circostanze che non hanno trovato spazio nello schema.

constatazione-amichevole dettaglio

Il punto 15 è lo spazio per le firme dei due conducenti. Se uno dei due non è d’accordo con la dinamica segnalata sul modulo, può non firmare: in questo caso sarà possibile comunque consegnare il modulo alla compagnia di assicurazione perché sarà comunque valido come denuncia di sinistro.

Altre informazioni

constatazione-amichevole dettaglio

Ricordati infine di compilare anche il modulo denominato “Altre informazioni”. In questo spazio occorre indicare anche se sono intervenute forze dell’ordine, carabinieri, polizia municipale, se sono stati fatti rilievi sul posto e se è stato compilato il verbale. Sempre in questa sezione devono essere indicate le generalità degli eventuali feriti presenti.

auto splendente

8 consigli per un auto splendente

Superfici sempre lucide e splendenti sono il sogno di chiunque possieda un’automobile. Ma inquinamento, intemperie e il trascorrere del tempo non aiutano. Ecco 8 semplici consigli per mantenere in gran forma la carrozzeria della tua automobile.

1. TIENILA PULITA

Lava spesso la tua auto, almeno una volta alla settimana. Lo sporco non rimosso tende a creare accumuli e fissarsi alla vernice dannegiandola.


2. CERCA L’OMBRA

Lava l’auto all’ombra nei mesi più caldi. Cerca di non lasciarla parcheggiata per intere giornate sotto il sole cocente. Esposizioni ripetute e prolungate possono danneggiare la vernice e gli interni.


3. IL PANNO GIUSTO

Usa sempre un panno umido e risciacqualo spesso. Stracci asciutti o sporchi possono danneggiare la vernice. La microfibra va benissimo.


4. OCCHIO ALLA RESINA

Non parcheggiare sotto le piante! La resina degli alberi può rovinare la vernice.


5. TOGLI LE MACCHIE

Togli subito le macchie. Resina, benzina, catrame, escrementi di uccelli sono sostanze corrosive nemiche della vernice. Nel caso pulisci subito con acqua e detergente per auto.


6. DOPO LA RIPARAZIONE

Nei 30 giorni successivi a una riparazione in carrozzeria, lava l’auto solo con acqua. Evita l’uso di cera per i primi 60 giorni dopo la riparazione.


7. RITOCCA!

Fai ritoccare al tuo carrozziere di fiducia i danni alla vernice per evitare che la corrosione si propaghi.


8. METTI LA CERA, TOGLI LA CERA...

Fai lucidare la tua auto almeno una volta l’anno. La cera crea uno strato protettivo sulla vernice e sarà anche più facile lavare l’auto.

tamponamento_a_catena

Tamponamento a catena. Chi è il responsabile?

Il tamponamento a catena è senza dubbio tra gli incidenti più frequenti in materia di sinistri stradali.

In questo frangente non entra in gioco il sistema dell’indennizzo diretto, ma si deve richiedere il risarcimento alla Compagnia assicuratrice del veicolo responsabile del sinistro, in accordo con l’art. 148 del Codice delle Assicurazioni Private.

In questo tipo di incidente, è cruciale individuare il veicolo responsabile del tamponamento multiplo.

È necessario innanzitutto distinguere fra tamponamento avvenuto tra veicoli fermi in colonna, e tamponamento verificatosi tra mezzi in movimento.

Veicoli fermi in colonna

In questo caso, il responsabile delle collisioni è il conducente che abbia tamponato l’ultimo veicolo della colonna, originando i successivi tamponamenti.

Tutte le richieste di risarcimento andranno quindi rivolte proprio alla compagnia del conducente che ha causato il primo tamponamento. Questo principio è stato stabilito dalla sentenza numero 1823 del 3 luglio 2008 della Cassazione Civile e più di recente ribadito dalla stessa Cassazione civile, sez. III del 19 febbraio 2013 n. 4021.

Veicoli in movimento

In caso di tamponamento a catena tra veicoli in movimento, vale il principio secondo cui il conducente dell’ultimo veicolo è responsabile dei danni al veicolo che gli sta davanti, il quale, a sua volta sarà responsabile del tamponamento del veicolo che lo precede e così via.

Nel tamponamento a catena tra mezzi in movimento, si applica l’art. 2054 c.c., comma 2, con conseguente presunzione iuris tantum di colpa in eguale misura in entrambi i conducenti di ciascuna coppia di veicoli (tamponante e tamponato), fondata sull’inosservanza della distanza di sicurezza rispetto al veicolo che lo precede, qualora non sia fornita la prova liberatoria di avere fatto tutto il possibile per evitare il danno.

È chiaro tuttavia che laddove il veicolo che “sta nel mezzo” sia stato tamponato, seppure in movimento, e quindi sospinto contro il veicolo antistante a causa della velocità eccessiva del veicolo investitore, sarà indenne da responsabilità.

Il principio è dunque quello della responsabilità concorrente fatta salva la prova contraria.

sanificazione e lavaggio interni auto - Carrozzeria Crippa

Pulizia interni a vapore

La pulizia dell’auto è fondamentale non solo da un punto di vista estetico, ma anche al fine di garantire l’igienizzazione delle superfici, prevenendo la proliferazione dei batteri e il ristagno di muffe e cattivi odori.

Il servizio di lavaggio interni auto prevede l’aspirazione di tutte le parti, cui segue il lavaggio manuale del cielo interno con l’utilizzo di uno speciale prodotto igienizzante e di un panno in microfibra. Dopo di che, con l’ausilio di una macchina a vapore viene applicato un prodotto in schiuma su tutto l’interno, lasciandolo agire agire alcuni minuti su tutte le parti interessate. La schiuma verrà asportata tramite aspirazione e vaporizzazione per eliminare tutti i residui di sporco. Infine, vengono puliti e rifiniti le plastiche ed il cruscotto.


 

Carrozzeria Crippa

Sicura come appena uscita dalla fabbrica.

Carrozzeria Crippa

La Carrozzeria Crippa tiene molto alla tua sicurezza. Per questo esegue solo riparazioni a regola d’arte facendo in modo che la tua auto torni ad essere sicura come prima dell’incidente. Non è una cosa scontata. È una filosofia che richiede forti e costanti investimenti in attrezzature e formazione del personale.

L’utilizzo di alluminio, magnesio, materiali plastici, fibre composite rinforzate e acciai altoresistenziali nelle strutture delle nuove auto è sempre più massiccio da 10 anni a questa parte. Ciò richiede un continuo aggiornamento per i professionisti della riparazione, sia in termini di conoscenze che di attrezzature per lavorare correttamente. Nuovi attrezzi per le saldature, direttive dalla Casa automobilistica per la corretta riparazione possono far tornare sicura come appena uscita di fabbrica un’auto incidentata in maniera grave. Senza le conoscenze adeguate si può incappare nei seguenti errori: incorretto metodo o sequenza di riparazione, assemblaggio scorretto di parti di ricambio non idonee o di fattura economica, errato collegamento di sistemi di sicurezza elettronici e riparazioni di parti che devono essere tassativamente sostituite con ricambi originali. Queste operazioni potevano essere messe in pratica fino a due generazioni automobilistiche addietro senza conoscenze approfondite, ora una riparazione che 20 anni fa poteva essere corretta, metterebbe a rischio l’incolumità degli occupanti in caso di incidente.

Se vuoi approfondire l’argomento leggi qui

Carrozzeria Crippa - sostituzione cristalli

Sostituzione cristalli

Sostituzione cristalli con ricambi originali

La Carrozzeria Crippa esegue la sostituzione cristalli in giornata, per auto, autocarri e furgoni. Crippa attribuisce un grande valore alla sicurezza e all’affidabilità della tua auto, per questo, anche per i cristalli, ha deciso di adottare la filosofia del “tutto originale”. Solo ricambi ufficiali forniti direttamente dalle case costruttrici per garantire il perfetto accoppiamento tra cristallo e telaio.

Il parabrezza contribuisce alla resistenza strutturale dell’intera automobile e viaggiare con un parabrezza scheggiato non è una buona idea per la tua sicurezza. Le scheggiature infatti possono trasformarsi in incrinature senza preavviso, mentre sei alla guida. Il parabrezza inoltre funziona da supporto all’airbag del passeggero nel momento in cui entra in azione. Anche un’installazione non corretta o un ricambio non conforme possono compromettere la sicurezza della tua auto. Infine, se sul parabrezza è presente una scheggiatura, la tua automobile potrebbe non passare la revisione Ministeriale periodica.

Sostituire o riparare?

Quando è possibile la Carrozzeria Crippa propone ai propri clienti la riparazione del parabrezza al posto della sostituzione cristalli. Con l’impiego di speciali resine la scheggiatura può essere riparata in modo invisibile, sicuro e con un costo davvero contenuto. Con la riparazione delle scheggiature il parabrezza torna ad essere sicuro e resistente.

 

Carrozzeria Crippa - riparazione cristalli

 

Un parabrezza è riparabile se la scheggiatura non supera la dimensione di 2,5 cm (una moneta da 2 euro). Non deve inoltre trovarsi vicino al perimetro del parabrezza. Infine la scheggiatura non deve invadere la visuale del guidatore, una fascia di circa 30 centimetri con la mezzaria allineata al centro del volante.

La tua auto è pronta in un lampo

La riparazione delle scheggiature, rientra nei servizi Crippa Express. Se prendi appuntamento potremo riparare la scheggiatura del tuo parabrezza in meno di un’ora.



altri servizi